Cosa vedere a Lucca

28

Lucca è sicuramente un’ottima metà cittadina per trascorrere delle piacevoli giornate, situata nella bella Toscana tra due delle città più importanti di quest’ultima che sono Pisa e Firenze. Vediamo cosa vedere a Lucca

Come arrivare a Lucca

I mezzi in questione per poterla raggiungere sono principalmente tre: l’auto, il treno e l’autobus. In auto è molto semplice visto che si trova proprio fuori l’autostrada che collega le due città citate in precedenza. Se infatti utilizzate l’autostrada A11, dovrete uscire a una qualsiasi delle uscite con scritto proprio Lucca.
Con l’auto potrete girare tranquillamente, in tutte le strade periferiche, dovendo però trascurare la parte centrale della città che è percorribile soltanto a piedi. Questo potrebbe in parte oracolare l’utilizzo di questo mezzo.

Comunque abbiamo valide alternative con il servizio autobus attivo e che collega le maggiori città della regione e ovviamente il servizio offerto dai treni, con collegamenti regionali alle maggiori stazioni della Toscana dalle quali poi potremo collegarci con le altre regioni d’Italia, se veniamo da una di esse. Vi lascio al sito di Trenitalia per poter vedere tutte le tratte possibili

Cosa vedere a Lucca

Oltre che vedere quello che sono le chiese del paese e le varie piazze importanti della città, Lucca offre anche dei musei dove possiamo ammirare un po’ di storia del paese non ché ulteriori opere nazionali rilevanti.
Ci sono due cose che però bisogna assolutamente vistare. Una sono le torri di Lucca che rappresentano il paese e ci permettono di ammirarlo completamente dall’alto, fornendoci una prospettiva mozzafiato del panorama dell’intera città.
Per poter arrivare così in alto da godere questo spettacolo, sicuramente dovremmo faticare un po’, in quanto dovremmo marciare per oltre 200 gradini, prima di riuscire ad arrivare in vetta, ma ne varrà davvero la pena.

Torre di Guinigi

La torre di Guinigi è una delle torri più caratteristiche del mondo.
Infatti in cima potrete trovare questo surreale giardino.
Vi lascio alla Guida completa sulla torre di Guinigi dove potete trovare tutte le informazioni

Le mura di Lucca

Il secondo aspetto caratteristico sono le mura che la circondano e che ci permettono di ammirarne la maestosità. Esse sono lunghe quasi 4 chilometri ed offrono diverse soluzioni per gli amanti della tranquillità, del passeggio ma anche per chi pratica lo sport, la possibilità di svolgere della buona corsa. Il percorso è molto bello e rilassante, in quanto si attraversano parchi e belle distese di verde che ci rilasseranno, come se ci trovassimo al di fuori dal caos della città, quando in realtà questa si trova praticamente a ridosso. Un ottimo posto per evadere dunque.

Come muoversi per la città 

Anfiteatro di Lucca

La macchina è un mezzo vietato per il centro e dunque altamente sconsigliata. Ci sono però valide alternative, come il bus che offre un servizio di trasporto cittadino particolarmente efficiente che copre quasi interamente la città, a prezzi abbordabili per un servizio urbano.
Sono presenti poi i taxi, che comunque economicamente non rappresentano la scelta migliore per continuare a muoversi, visti i costi elevati. I mezzi dunque migliori, rimangono i più classici in assoluto, con le biciclette, con offerta anche la possibilità di poterle noleggiare. Oppure il mezzo più economico che sono le nostre gambe. Con questi ultimi due non avremo limitazioni, nemmeno nel passare per le vie particolarmente strette del centro città.

Cosa mangiare 

Ci sono dei cibi particolarmente prelibati. Uno su tutti sono i tortelli, una pasta particolare, ricca di diversi ingredienti, uno su tutti il ragù di carne che ne è l’elemento principe, condito con diverse spezie tra le quali domina il peperoncino. Caratteristica è anche la pietanza brodosa di farro, particolarmente indicata per le giornate fredde invernali.

Tra i dolci quello più caratteristico è la torta coi becchi, cosi chiamata per la somiglianza con essi delle varie bordature della stessa. Però la vera particolarità che la rende davvero unica è la sua versione speciale dove troveremo nel suo contenuto o le bietole o delle erbe fresche, che gli daranno un gusto del tutto originale, mai provato prima. 
I prezzi sono nelle medie dei locali nazionali, in alcuni ristoranti sono attorno alle 8 euro per pietanza.

Conclusioni

Nella bella Toscana dunque una delle mete più gettonate da poter visitare è sicuramente questa città, ricca di storia, di fascino e dalle molte tradizioni originali, soprattutto in ambito gastronomico e dall’ambiente cordiale delle persone che lo abitano.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.