Shibuya mi ha stupito come non pensavo, un “piccolo” quartiere che ha vita propria, non dorme mai. Negozi, ristoranti e tante, tantissime persone. Shibuya ha infatti l’incrocio pedonale più trafficato del mondo, con ben 5 attraversamenti pedonali in cui il verde scatta nello stesso momento liberando migliaia di persone in ogni direzione.

Per arrivare a Shibuya la cosa migliore è ovviamente arrivare all’omonima stazione, da cui uscire potrebbe sembrare non troppo semplice, il mio consiglio è di seguire le indicazioni per Hachiko, statua del famoso cane che anche i giapponesi usano come punto di ritrovo vista la difficoltà di darsi un punto d’incontro in questa zona veramente immensa e con sempre tantissime persone.

Shibuya Il quartiere di Shibuya a Tokyo
le vie di Shibuya

Posso assicurarti che un giro per le principali attrazioni di Shibuya varrà proprio la pena soprattutto se pensi che non mancano i centri per informazioni turistiche. Non spaventarti anche dal punto di vista della lingua visto che troverai personale che parla inglese, e con un po’ di fortuna certe volte ci sono anche studenti volontari che parlano italiano.

Per mangiare trovate ristoranti per tutti i gusti e per tutte le tasche. Che si tratti di uno spuntino veloce o di una cena qui troverete sicuramente qualcosa che vi piace.

Shibuya Il quartiere di Shibuya a Tokyo
Incrocio di Shibuya

L’incrocio pedonale più trafficato al mondo

Potrei sembrarti una persona alquanto anomala se ti dicessi che una delle tappe più particolari che ho fatto a Shibuya è stato un incrocio. Sì, un incrocio stradale che però ha una grossa caratteristica: si tratta di quello con più folla al mondo. Magari mentre leggi queste righe scarterai a priori questa tappa visto che tu proprio starai cercando un rifugio dallo stress quotidiano, dai clacson e dal traffico. Eppure devo ammettere che ho avuto modo di toccare con mano quella che è una delle icone principali del Giappone. Infatti esso viene preso come riferimento nelle foto o anche nei film per dimostrare quanto Tokyo abbia una elevata densità di popolazione. Non deve sorprenderti che le ore di punta possono essere un’esperienza davvero molto suggestiva se ti trovi in questo incrocio. Potrai vedere una marea di folla passarti intorno. Ti sembrerà un vero e proprio fiume umano incontrollato che vaga senza meta. Mi sentivo una persona strana a provare eccitazione nel vedere questa cosa, ma dopo pochi minuti ho avuto modo di capire che c’erano tanti altri turisti lì insieme a me incuriositi da questo tratto di Shibuya.

 

Hachiko Il quartiere di Shibuya a Tokyo
La statua di Hachiko

Questo quartiere è stato la location di uno dei film più amati dal pubblico giapponese negli ultimi anni, ovvero Hachiko che racconta la storia di un cane fedelissimo al suo padrone e diventato ben presto un’icona.La storia straziante di Hachiko a Shibuya

Il cane Hachiko è entrato nel cuore di tantissime persone al mondo. Cosa c’entra con il quartiere Shibuya? C’entra e come in quanto questo cane di razza akita-inu visse gli ultimi anni della sua vita proprio qui. Ogni mattina era abituato ad accompagnare il suo padrone alla stazione di questa zona di Tokyo finché non morì l’uomo. E il cane continuò ad attenderlo nello stesso punto per oltre 10 anni, al termine dei quali morì. Una storia straziante ma che agli abitanti di Shibuya è assai cara. E così noterai che nei pressi della stazione si trova una statua a lui dedicata. Ovviamente non appena l’ho vista ho avuto subito modo di mettermi in fila per scattare un selfie. Per farti capire quanto questo cane sia un simbolo di questa località, pensa che a lui è stata dedicata anche l’uscita della stazione.

Hachiko Il quartiere di Shibuya a Tokyo
via di Shibuya la sera

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here