Viaggiare da una parte all’altra del mondo è ormai una cosa comune per milioni di persone. Attraversando vari fusi orari, specie se si superano le 4/5 ore di fuso orario, il nostro orologio biologico sarà sballato e ci troveremo stanchi durante il giorno e non riusciremo a dormire la notte. questo si chiama jet lag

Ecco alcune metodi per combattere il jet lag, come tantissime cose, prevenire è meglio che curare

Io per le mie attività viaggio moltissimo e fortunatamente non ho mai sofferto troppo questi cambi di fuso. Tantissimi dei miei compagni di viaggio hanno invece tanti problemi e a causa del jet lag ci si può rovinare un intera vacanza, ritrovandosi in hotel a dormire durante il giorno e svegli la notte.

Passare qualche giorno con il “nuovo orario”

Senza esagerare bisognerebbe cercare di spostare gli orari in cui si va a letto e ci si sveglia verso il nuovo fuso orario, anche solo abituare il corpo a 1 o 2 ore di fuso vi darà un vantaggio enorme quando arriverete a destinazione.
Se viaggiate verso ovest, cercate di abituare il vostro corpo rimanendo in piedi un’ora in più del solito per qualche giorno. In questo modo vi avvicinerete il più possibile all’ora in cui andrete a letto una volta a destinazione; se viaggiate verso est potete andare a dormire un po’ prima del solito.

Dormire o non dormire in volo

Conosco persone che appena salgono in aereo si addormentano, io solitamente non ci riesco e sfrutto quelle ore per leggere o in certi casi lavorare con il portatile.
Una buona tecnica appena si sale sull’aereo è comportarsi come se ci si trovasse già nell’orario di destinazione, quindi dormire se alla destinazione è notte e rimanere svegli se alla destinazione in quel momento è giorno. così da abituare il corpo ai giorni successivi. Le compagnie aeree prendono già queste precauzione fornendovi il pasto con il fuso orario della destinazione e facendo tenere chiuse le tendine parasole su tutto l’aereo anche durante il giorno.

Bere molta acqua

Se vi tenete idratati il vostro corpo vi sentirete meno stanchi, io porto sempre con me una bottiglietta d’acqua che compro dopo i controlli di sicurezza. Nel 99% internazionali,non low cost, dei casi le bevande sono gratuite, io mi porto una bottiglia a bordo solo per comodità.

Organizzatevi la giornata di arrivo

Organizzatevi già da prima la giornata di arrivo nella destinazione tenendo conto del jet lag e programmate una giornata tranquilla ma che allo stesso tempo vi tenga impegnati per non addormentarvi troppo presto.

Non dormite prima del dovuto

Quando arrivate a destinazione non fate l’errore di mettervi a letto se non è già l’ora giusta, fidatevi che dire “solo 20 minuti” non funziona 😉 vi addormenterete e sveglierete dopo ore sentendovi in colpa di aver peso tempo per il viaggio e probabilmente avrete l’orologio biologico ancora sballato!
Quindi resistete almeno fino alle 21 per andare a letto, così il giorno dopo ripartirete a piene energie.

Io sconsiglio qualsiasi tipo di Farmaco anti jet lag in quanto non è un modo naturale di abituare il vostro corpo al nuovo fuso orario, mentre approvo i farmaci per il mal d’aria nel caso ne abbiate davvero bisogno

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here